• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: Rescoconto 3° giornata girone di ritorno

MONTEROTONDO: Rescoconto 3° giornata girone di ritorno

B1 f gir C: Monterotondo Volley ” Lucky Wind Trevi 1-3

16-25; 25-21; 23-25; 18-25.

Monterotondo Volley: Lorio ne, Momoli 16, Munafò ne, Angelozzi 1, Bravetti (L), Floro 10, Safronova 15, Di Paolo, Biondi 1, Tribuzi 6, Principe 7, Fontanella 4. All Rosati

Lucky Wind Trevi: Garbini, Bosi ne, Bonci, Zannella 13, Filistauri 18, Pietrolati 3, Pascucci 5, Cannella ne, Zeppoloni 11, Giombini 13, Muzi ne. All Giampaolo Sperandio

Arbitri: 1° Stanislao Supino, 2° Paolo Cantelli

Il Monterotondo perde per tre a uno in casa con il Trevi al termine di un match combattuto solamente nel secondo e terzo set. Troppe le assenze in casa gialloblù per pensare di fare qualcosa di più contro una delle migliori formazioni del campionato. Una gara, ad onor del vero, non bella, caratterizzata da tanti errori sia da una parte che dall’altra. Rosati deve fare a meno di Munafò, fermata da una contrattura, e di Lorio per il solito problema alla spalla destra. Tocca quindi a Bravetti agire come libero (bravissima la giovane giocatrice gialloblù) con Fontanella che stringe i denti e parte dall’inizio. Il primo time out tecnico vede le ospiti avanti 6-8 ma la gara è molto equilibrata. Le umbre tornano in campo e fanno registrare il primo strappo del match: dopo l’ace di Pascucci per il 6-11 Rosati chiama time out. Il Monterotondo sfrutta un passaggio a vuoto del Trevi portandosi sul 9-12. Niente da fare però perché il Trevi allunga nuovamente: il secondo time out tecnico vede le ragazze di Sperandio avanti 11-16. Il set si chiude 16-25 con un Monterotondo in partita solamente nella prima parte del set. Nel secondo set, Rosati perde subito Fontanella che deve lasciare il posto a Tribuzi. Le gialloblù cominciano a giocare meglio costringendo Sperandio a sprecare un time out già sul 6-3 dopo l’attacco da zona sei di Safronova. La pausa giova alle ospiti che al time out tecnico sono sotto di una sola lunghezza. Sul 12-9, Safronova disegna un diagonale stretto perfetto portando le sue compagne avanti di quattro punti: Sperandio ferma nuovamente il gioco. Sul 19-15, Zannella mette a terra una fast con Rosati che chiama immediatamente time out. Floro e compagne non permettono la rimonta alle ospiti che sono costrette a cedere 25-21. Il terzo parziale è molto combattuto con le due squadre che si alternano al comando. Sul 21-22, Safronova viene murata ed il Trevi si porta sul 21-23 ma il Monterotondo pareggia immediatamente i conti. Sul 23-24, il Trevi trova l’ace vincente con Pascucci aggiudicandosi un combattuto terzo set. La compagine eretina appare svuotata e nel quarto set, dopo essere andati al primo time out tecnico sul 4-8, Rosati decide di mandare in campo Angelozzi per Momoli e Di Paolo per Biondi. Il Monterotondo gioca meglio al centro ma l’inerzia della gara è completamente dalla parte del Trevi che chiude 18-25.

C m gir A: Monterotondo Volley ” Roma 7 Volley: 3-2

25-23; 25-19; 22-25; 22-25; 15-6

Monterotondo Volley: Carchedi, Marziale, Plinio (L), Cesarini, Antola, Bonaccorso, Minciotti, Martinoia, Barbato, Casetti, Iezzi, Lazzarini. All: Savino Guglielmi

Roma 7 Volley: Bruno, Calabrò, Cataldo, Cecconi, Codispoti, Cremona, D’Amato (L), De Girardi, Di Legge, Rosati, Sabatella, Scotti. All Ivano Morelli

Poteva essere una giornata perfetta per il Monterotondo che invece, complice una Roma 7 mai doma e ben messa in campo, sciupa il vantaggio di due set a zero andando alla fine a vincere al tie break. Due punti, quindi, per la squadra di Savino Guglielmi che inizia con un mezzo passo falso il ciclo terribile delle prossime settimane. Arvalia, prossima avversaria dei gialloblù, e Casalbertone ottengono l’intera posta in palio staccando di un’ulteriore lunghezza gli eretini ai quali, ora, non basterebbe neanche vincere tutte le partite per arrivare al primo posto. Troppi gli alti bassi dei gialloblù che hanno giocato una bella pallavolo solamente nella seconda metà del secondo set e nel quinto parziale. Comincia la gara e la Roma 7 sembra avere le idee chiare e mette in difficoltà il Monterotondo specialmente in ricezione. Dopo l’attacco di Scotti per il 3-8, Guglielmi chiama time out per arginare il buon momento degli ospiti. Il Monterotondo comincia ad essere efficace specialmente a muro: Minciotti ne firma due per il 10-11 prima del pareggio di Antola. Morelli ferma il gioco ma Bruno sbaglia l’attacco sul 14-14 regalando il vantaggio ai locali. I gialloblù alzano il volume della radio anche in attacco: prima Carchedi e poi Iezzi firmano il 18-16. Due perle di Bruno riportano il match in parità: Scotti mura Iezzi costringendo Guglielmi a chiamare time out sul 22-23. Si torna in campo e Carchedi mette a terra il 23-23. La Roma 7 vanifica il suo ottimo set con due errori consecutivi, uno di Cataldo ed un altro di Scotti per il 25-23 finale. Nel secondo set la Roma 7 gioca molto bene distanziando i padroni di casa di ben sei lunghezze: 5-11 prima del secondo time out di Guglielmi. Sul 9-14, Guglielmi manda in campo Marziale al posto di Lazzarini in cabina di regia. Il Monterotondo ritorna a macinare gioco e riacciuffa gli avversari sul 16-16 dopo l’errore in attacco di Bruno. Si torna in campo e Minciotti, con un pallonetto, porta i suoi avanti:17-16. I gialloblù ingranano la marcia giusta giocando in scioltezza e chiudendo il parziale con un netto 25-19. Nel terzo set Guglielmi tiene in campo Marziale ma il Monterotondo non gioca con la stessa intensità del finale di secondo set. La Roma 7, con il muro di De Girardi su Carchedi, si porta sull’11-14 ma si fa rosicchiare punti importanti dal Monterotondo che ottiene il pareggio sul 15-15 grazie a Marziale. Sul 17-17, Di Legge prova l’attacco di prima intenzione ma viene murato da Iezzi. Il Monterotondo sembra prendere il largo ma la Roma 7 non molla e Calabrò mette a segno il 20-19 costringendo Guglielmi a chiamare time out. Al rientro in campo, lo stesso Calabrò firma un ace che vale il pareggio salvo poi sbagliare dalla linea dei nove metri: 21-20. Sul 22-22, De Girardi mura Antola riportando i suoi avanti che chiudono 22-25 con il solito Scotti. Anche nel quarto set il Monterotondo parte in svantaggio salvo poi impattare sull’11-11 grazie anche all’ingresso di un ottimo Bonaccorso. Nel quarto set la partita diventa assolutamente avvincente. La Roma 7 conduce praticamente per tutto l’incontro. Il Monterotondo tenta un disperato recupero che non riesce nonostante i numerosi cambi di Guaglielmi. Il set si chiude 22-25 per gli ospiti che conquistano, meritatamente, la possibilità di giocare il tie break. al quinto si impone, senza problemi, il Monterotondo che parte subito in vantaggio e chiudendo il parziale 15-6. Si festeggia comunque anche se tutti sono consapevoli del passo falso compiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *