• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / TIVOLI: Tivoli Calcio 1919, il Sindaco Baisi: ‘Spettacolo indecoroso e indegno”

TIVOLI: Tivoli Calcio 1919, il Sindaco Baisi: ‘Spettacolo indecoroso e indegno”

“La situazione in cui è finita la Tivoli Calcio 1919 non è più tollerabile. Ieri abbiamo assistito a uno spettacolo indecoroso e indegno per lo sport e per l’intera nostra comunità”. E’ il commento del Sindaco di Tivoli Giuseppe Baisi in merito ai fatti accaduti domenica allo stadio Olindo Galli nel derby tra la Tivoli Calcio e il Villa Adriana.
“Non siamo più disposti ad accettare una gestione di questo tipo ” ha continuato il Sindaco ” che di sicuro non fa bene allo sport, ai giovani, ai tifosi, all’intera comunità e provoca anche un grave danno di immagine alla nostra città. L’aspetto sportivo infatti dovrebbe essere al centro della gestione di una società calcistica, mentre in questo caso esso è stato relegato a un ruolo del tutto marginale. Gli impegni vanno mantenuti e di certo noi non siamo disposti ad essere presi in giro. Convocheremo immediatamente il presidente e la dirigenza della Tivoli Calcio e nel frattempo stiamo decidendo le azioni da intraprendere a tutela della città e di quanti, con passione, lealtà e serietà, praticano e organizzano l’attività sportiva. Non è certo questa l’idea di sport che vogliamo trasmettere ai nostri giovani”.
Il Sindaco ha infine smentito quanto riportato in un comunicato della Tivoli Aniene Rugby, in cui si parla di una sua presunta richiesta per far scendere in campo i rugbisti insieme ai calciatori per salvare la Tivoli Calcio. “Non solo non ho mai fatto alcuna richiesta di questo tipo ” ha dichiarato Baisi – ma non ero assolutamente informato di quanto stava accadendo. Se mi avessero detto qualcosa avrei risposto quello che penso, cioè che lo sport per me non può comprendere in alcun modo comportamenti sleali e scorretti come quelli a cui abbiamo assistito ieri. Figuriamoci se mi è mai potuto passare per la testa di partecipare, anche indirettamente, a una simile buffonata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *