• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!


Home / Blog / Territorio / MONTEROTONDO: “I Matti siamo noi”

MONTEROTONDO: “I Matti siamo noi”

L’Officina Culturale Perturbazioni della Cooperativa Sociale Folias finanziata dall’Assessorato alla Cultura Sport e Spettacolo della Regione Lazio è lieta di preasentare una iniziativa culturale con mostre fotografiche,incontri e spettacoli per ripercorrere il pensiero di Basaglia a trentanni dalla approvazione della legge 180. Basaglia, nel difficile compito di smantellare i manicomi è riuscito a provare che è possibile un altro modo di star vicino alle persone senza mai senza mai costringerle. Con le parole di Basaglia ” non è importante tanto il fatto che in futuro ci siano o meno manicomi e cliniche chiuse, è importante che adesso noi abbiamo provato che si può fare diversamente, ora sappiamo che c’è un altro modo di affrontare la questione della malattia mentale…”.

Sabato 20 dicembre 2008, “I Matti siamo noi”, immagini, spettacoli, riflessioni a 30 anni dalla legge Basaglia. Monterotondo Scalo (Roma) “Auditorium “Scardelletti”, Via Monte Pollino n°45.

Programma

Ore 18.00 Inaugurazione Mostre fotografiche
– Nella prospettiva della chiusura lampo” di Paolo Pisanelli
– Ex-vuoto” di Sergio Quarta
– Le parole per dirlo” di Riccardo Biazzo

Ore 19.00 Incontrando Basaglia
Intervengono:
Prof.ssa Maria Grazia Giannichedda, Presidente della Fondazione Basaglia, Dott. Tommaso Losavio Direttore dell’ex Ospedale Psichiatrico Santa Maria della Pietà, Paolo Pisanelli, regista. Invitata a partecipare Assessore Cultura Regione Lazio Giulia Rodano

Ore 20.30 Siomone Cristicchi ” Immagini,Parole e Musica”
Le canzoni e le storie di Simone Cristicchi dal vivo in acustico

Proiezione del cortometraggio “Lettere dal manicomio”, con Gigi Proietti, Claudia Pandolfi e Simone Cristicchi

Ore 21.30 “io clown-te down” Spettacolo Concerto
Concerto di Bobo Rondelli e gli Ottavo Padiglione e i 20 attori in erba della compagnia teatrale ANFFAS di Livorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *