• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / B1 f gir C: Ancora un’occasione persa per il Monterotondo

B1 f gir C: Ancora un’occasione persa per il Monterotondo

AST VOLLEY LATINA ” METRONOTTE MONTEROTONDO ( 3- 0)
(25-23, 25-18, 25-23)
Ast Volley Latina: Grando (K) 14, Marchetto 11, Benetti, Rovetta, Taddei 7, Giovannini 13, Morelli 11, Orsi, Taratufolo, Leggi, Battisti, Di Biasio, Mastruzzi (L). Allenatore: Eramo
Battute Sbagliate: 6 ” Muri : 12 ” Ace: 2 ” Errori: 9
Metronotte Monterotondo: Lorio, Floro 10, Di Paolo, Biondi, Tribuzi 9, Safronova 11, Fontanella 11, Principe 2, Bravetti, Angelozzi, Munafò (L). Allenatore: Rosati
Battute Sbagliate: 5 ” Muri : 9 ” Ace: 1 ” Errori: 13
Arbitri : Viesti Giuseppe ” Sacco Pietro
Segn. : Simona Poli

Sembra di raccontare una storia già sentita. Ancora una volta, il Monterotondo Volley di Piero Rosati mette paura ad una grande del girone, in questo caso il Latina, ma non riesce a capitalizzare il bel gioco espresso. Dopo aver dominato il primo set, la formazione gialloblù non è riuscito a piazzare la zampata vincente, lasciando il parziale alle pontine che hanno poi chiuso la gara per tre a zero. Con Biondi al palleggio al posto di Di Paolo e senza Momoli e Lorio, Floro e compagne non sono riuscite ad avere ragione di una delle migliori formazioni del girone. “Il primo set, avevamo giocato benissimo, stavamo sopra di tanti punti ” afferma Rosati – Sul 23-19 c’è stato il solito black out di tutta la squadra, cosa già successa con il Fidia con Momoli e Di Paolo in campo. Anche con queste due ragazze fuori, abbiamo avuto lo stesso problema. Le ragazze devono assumersi un po’ più responsabilità.” Il resto della gara è stata una conseguenza del primo set: “Il secondo set è stato giocato sotto tono perché la squadra risentiva dell’andamento del primo. Perdere così non aiuta molto. Nel terzo, avvantaggiati da una pausa dovuta ad un malore dell’arbitro, siamo rimasti maggiormente in partita. Bisogna renderci conto che in certe situazioni bisogna assumersi le proprie responsabilità, ognuna nel suo reparto. Non si può pensare di dominare contro il Latina e perdere poi in quel modo.” Sono arrivati risultati inaspettati dagli altri campi del girone: sei sorpreso? “Come ho sempre detto, questo è un campionato equilibrato. Ogni settimana ” continua Rosati – può esserci una sorpresa. Questa volta potevamo essere noi la sorpresa. Siamo ancora immaturi e dobbiamo crescere.” Su cosa lavorerai questa settimana per far si che comincino ad arrivare anche i risultati? “E’ chiaro che continueremo a lavorare come abbiamo sempre fatto. Si sta lavorando bene ed ora che la rosa sarà quasi al completo, sarà possibile iniziare a concentrarci sul sei contro sei, con tutti esercizi determinano una crescita sia a livello caratteriale che di determinazione.” In settimana rientrerà anche Giulia Momoli mentre dall’inizio della prossima sarà nuovamente a disposizione Chiara Lorio.

C m gir B: Monterotondo, rialzati!

Casalbertone ” Monterotondo Volley 3-1
23-25 / 25-20 / 25-17 / 25-16

Il Monterotondo Volley perde il suo secondo scontro diretto consecutivo. Dopo il tre a zero subito con l’Arvalia, la formazione gialloblù deve chinare il capo anche al cospetto di un Casalbertone capace di ribaltare una partita che, almeno inizialmente, aveva visto gli eretini andare in vantaggio. Trascinata da Morini e Speranza, la capolista del girone insieme all’Arvalia ha ottenuto i tre punti in palio, distanziando di sei lunghezze il Monterotondo. I ragazzi di Guglielmi hanno avuto grandissime difficoltà in ricezione ed il gioco è stato spesso impreciso ed inefficace. A salvarsi il solito Minciotti, sempre l’ultimo a gettare la spugna. Purtroppo, dopo aver vinto il primo parziale, la squadra ha smesso di giocare. Troppi gli errori gratuiti regalati ad un avversario praticamente perfetto specialmente in fase di contro attacco. Da qui in avanti, il Monterotondo, se vuole continuare a sognare la vetta della graduatoria, è praticamente costretto a vincere tutte le gare in programma. Con sei punti di distanza dalle prime due che difficilmente perderanno punti con le formazioni di metà classifica, il Monterotondo dovrà inanellare in filotto incredibile a cominciare dalla gara di sabato contro l’Anguillara. Anche in questa settimana la squadra sosterrà quattro allenamenti dato che contro il Casalbertone si è visto un sestetto spesso e volentieri poco reattivo. La prima cosa da migliorare, però, sembra essere il gioco di squadra e la coralità nella manovra. La squadra presenta molti elementi nuovi, con Plinio che ha addirittura cambiato ruolo. Per questo motivo bisognerà attendere ancora qualche settimana per vedere il miglior Monterotondo. Peccato che, dopo cinque giornate, due squadre siano già in fuga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *