• Chiamando a nome di SitoPreferito otterrai il 10% di sconto sulle provvigioni!
Home / Blog / Territorio / TIVOLI: Emergenza: avviato il censimento per la quantificazione dei danni

TIVOLI: Emergenza: avviato il censimento per la quantificazione dei danni

Dopo gli incontri operativi che si sono tenuti ieri in merito allo stato di calamita’ naturale provocato dagli eventi atmosferici del 20 e 21 maggio scorso e decretato sabato scorso dalla Regione Lazio, sono state avviate le procedure per la quantificazione di danni.
Tutti i cittadini che hanno avuto danni diretti o indiretti ad abitazioni e attivita’ commerciali, industriali, artigianali e ricettive, devono presentare al Comune di Tivoli la relativa segnalazione attraverso la compilazione degli appositi moduli disponibili da mercoledi’ 28 maggio 2008 negli Uffici relazioni con il pubblico comunali (URP) di Tivoli Centro, Villa Adriana, Tivoli Terme e nell’ufficio mobile della Polizia locale allestito in via Bellini all’Albuccione.
I moduli compilati devono essere riconsegnati entro giovedi’ 5 giugno 2008 in uno dei tre suddetti URP o nell’ufficio mobile di via Bellini.
Quanto sopra per agevolare la identificazione dei privati e delle attivita’ che hanno subito danni ai fini del censimento avviato dal personale del Genio civile, della Direzione regionale della Protezione civile e dell’Amministrazione comunale.
A tal proposito si invita a non smaltire materiale, mobili, attrezzature e suppellettili deteriorati prima dell’avvenuto sopralluogo da parte dei periti incaricati.
Nel frattempo proseguono le operazioni di bonifica da parte delle ditte specializzate incaricate dal Comune. Negli URP e all’ufficio mobile in via Bellini sono disponibili anche i moduli per la richiesta di interventi per disinfezioni, pulizie e disinfestazioni.
Tutta la modulistica e’ disponibile anche sul sito www.comune.tivoli.rm.it.
‘La Regione Lazio, attraverso il dipartimento di Protezione civile, il Genio civile, la Provincia di Roma e il Comune di Tivoli continuanano a lavorare in piena collaborazione per superare l’emergenza e anche per programmare tutti gli interventi a breve, medio e lungo periodo per eliminare le condizioni di pericolo e per assicurare ai cittadini interessati normali condizioni di vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *